Get Adobe Flash player

NOTIFICA DEGLI AVVISI E ATTI A MEZZO PEC - l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello per la comunicazione dell’indirizzo

agenzia-delle-entrate1-350x232.jpgL’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento del 3 marzo 2017, Prot. n. 44027/2017, ha approvato il modello per comunicare i dati relativi all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) per la notificazione degli avvisi e degli altri atti dell’Agenzia delle Entrate che per legge devono essere notificati (art. 60, comma 7, del D.P.R. n. 600/1973).

Con il medesimo modello possono essere comunicate le variazioni e la revoca dell’indirizzo di PEC.

Il modello in questione può essere utilizzato solamente da:

  • persone fisiche residenti e non residenti;
  • soggetti diversi dalle persone fisiche,

non obbligati per legge a dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata inserito nell’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INIPEC).

Con la presentazione del modello, il soggetto istante manifesta la volontà di ricevere la notifica degli avvisi e degli altri atti, che per legge devono essere notificati, presso l’indirizzo PEC di cui è intestatario ovvero presso l’indirizzo di uno dei soggetti di cui all’articolo 12, comma 3, del D.Lgs. n. 546/1992, ovvero del coniuge, di un parente o affine entro il quarto grado di cui all’articolo 63, secondo comma, secondo periodo, del D.P.R. n. 600/1973, specificamente incaricati di ricevere la notifica per conto degli interessati.

Il nuovo modello è utilizzabile per le istanze da inviare a partire dal 4 marzo 2017, ed è reperibile gratuitamente all’interno del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate potrà utilizzare gli indirizzi PEC comunicati con il predetto modello a partire dal 1° luglio 2017, ai fini della notifica degli atti impositivi e degli altri atti che vanno notificati per legge.

La presentazione del modello va effettuata esclusivamente per via telematica e direttamente dal soggetto istante abilitato ai servizi telematici.

Le modalità di trasmissione verranno definite in futuro con apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia.

Viene comunque precisato che per la trasmissione deve essere utilizzato il software reso disponibile gratuitamente dall’Agenzia delle entrate nel proprio sito internet.

L’attestazione dell’avvenuto ricevimento del modello da parte dell’Agenzia delle entrate costituisce prova dell’avvenuta presentazione.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information